Bibliografia Ferroviaria Italiana


Binari a Golfo Aranci. Ferrovie e treni in Sardegna dal 1874 ad oggi
Ingrandisci
EDOARDO ALTARA

Binari a Golfo Aranci. Ferrovie e treni in Sardegna dal 1874 ad oggi

Parma : Ermanno Albertelli Editore, 1992.
Pagine 374. Cm. 18x25. Rilegato.
ISBN 88-85909-31-0

Dalla quarta pagina di copertina: "Molto si è scritto sulle ferrovie della Sardegna, anche in tempi recenti, ma quasi esclusivamente dello stato attuale delle secondarie a scartamento ridotto, né diversamente poteva essere, essendo quelle che maggiormente hanno catalizzato l'attenzione della maggior parte degli appassionati di cose ferroviarie che hanno visitato l'Italia.

Edoardo Altara, sardo a tutti gli effetti, anche se da molti anni domiciliato a Bologna, ha esaminato invece le ferrovie sarde dall'origine, indagando fondamentalmente sulla «Compagnia Reale», prima amministrazione ferroviaria ad operare nell'Isola.

Solo in seguito infatti questa è stata affiancata da numerose ferrovie in concessione, tutte a scartamento ridotto, mentre ogni periodo storico è stato costellato dall'attivazione di una miriade di ferrovie minerarie ed industriali, alcune delle quali hanno pure effettuato, per brevi periodi, anche il servizio viaggiatori.

Merito dell'autore è stato tra l'altro quello di portarci alla scoperta di questo patrimonio di archeologia industriale, purtroppo in parte scomparso, spesso in tempi così lontani da lasciare scarsa documentazione, che l'autore è stato però in grado di ricostruire in buona parte, fornendoci anche per questi binari perduti un congruo numero di immagini inedite e di notizie.

E non sono stati trascurati i traghetti ferroviari, anch'essi descritti dalle origini ad oggi, complemento indispensabile allo sviluppo del traffico merci per ferrovia attraverso l'isola, e da questa da e per il continente.

Per la prima volta viene messa a disposizione un'opera completa sulle ferrovie sarde, che comprende tutto ciò che ieri come oggi - tranvie a parte - in Sardegna si sia mosso su rotaia."

Indice
Presentazione5
Prefazione7
Ringraziamenti8
Introduzione9
PARTE I - LA «COMPAGNIA REALE» E LA RETE FERROVIARIA SARDA
Antefatti e premesse11
Gli inizi e le costruzioni del 1° periodo. 1862-187415
Le costruzioni del 2° periodo e il completamento della rete. 1875-188421
Il principale protagonista27
Dal 1885 alla statizzazione. 191928
Le caratteristiche tecniche e l'esercizio33
Il materiale rotabile della «Compagnia Reale»53
PARTE II - LE FERROVIE DELLO STATO
La nuova gestione delle Ferrovie dello Stato. 1920-194569
Dal 1945 ad oggi74
Le linee della rete e l'esercizio79
Il materiale rotabile delle Ferrovie dello Stato94
I traghetti ferroviari129
Tavola cronologica138
LE FERROVIE SECONDARIE A SCARTAMENTO RIDOTTO DELLA SARDEGNA
Storia e sviluppo delle ferrovie secondarie in Sardegna139
Tavole cronologiche160
Le «Ferrovie Complementari della Sardegna»
Origini e sviluppo delle «F.C.S.»161
Le linee172
L'esercizio211
Il materiale rotabile228
Tavola cronologica267
Le «Ferrovie Meridionali Sarde»
Origini e sviluppo delle «F.M.S.»268
Le linee272
L'esercizio277
Il materiale rotabile282
Tavola cronologica292
Le «Strade Ferrate Sarde»
Origine e sviluppo delle «S.F.S.»293
Le linee297
L'esercizio307
Il materiale rotabile312
Tavola cronologica323
PRESENTE E FUTURO DELLE FERROVIE SARDE
L'elettrificazione della rete sarda324
Le Ferrovie dello Stato334
Le ferrovie secondarie340
Conclusioni349
LE FERROVIE MINERARIE
La prima ferrovia359
Il Sulcis360
L'Iglesiente366
Altre ferrovie minerarie e industriali369
Fonti di consultazione e ricerca372
Bibliografia374
Dove si trova in bibliotecaCittàProv. Segnatura Fonte
Apri la scheda del Servizio Bibliotecario NazionaleSBN
Recensioni
Recensione in "iTreni", n. 132, dicembre 1992, pagina 32

Le informazioni contenute in questa pagina sono fornite senza alcuna garanzia di accuratezza, completezza o correttezza.