Bibliografia Ferroviaria Italiana


La locomotiva a vapore. Descrizione particolareggiata e funzionamento. Cognizioni pratiche. Ricerche teoriche. Particolarità di costruzione. Accessori con trattazione completa degli apparecchi di frenatura. Esame dei più recenti tipi italiani ed esteri con speciale riguardo alle costruzioni americane. Con 587 disegni, fotografie e tavole
Ingrandisci
CARLO ABATE

La locomotiva a vapore. Descrizione particolareggiata e funzionamento. Cognizioni pratiche. Ricerche teoriche. Particolarità di costruzione. Accessori con trattazione completa degli apparecchi di frenatura. Esame dei più recenti tipi italiani ed esteri con speciale riguardo alle costruzioni americane. Con 587 disegni, fotografie e tavole

Milano : Ulrico Hoepli, 1924.
Pagine 838. Cm. 17x24.
Indice
PARTE PRIMA
Nozioni generali sulla locomotiva a vapore e sulla trazione dei convogli ferroviari
1. Generalità sulla locomotiva a vapore1
2. Nozioni sulla resistenza dei treni alla trazione e sullo sforzo di trazione della locomotiva. Aderenza. Coefficiente di aderenza. Peso aderente. Accoppiamento degli assi. Pesi massimi per asse in Europa ed in America2
PARTE SECONDA
Caldaia
3. Generalità7
Capitolo I. Forno, inviluppo del forno, griglia. Forni di tipo speciale
4. Descrizione del forno. Metalli utilizzati nella sua costruzione e spessore delle pareti. Forma e dimensioni del forno. Forno tipo Wootten10
5. Porta-focolaio o inviluppo del forno. Tipo Crampton. Tipo Belpaire. Inclinazione delle pareti16
6. Collegamenti tra le pareti del forno e dell'inviluppo. Telaio di base. Telaio della boccaporta. Viti passanti. Tipi diversi di viti passanti. Tirante articolato Tate. Lamiere e cantonali di rinforzo delle pareti dell'inviluppo. Tiranti di collegamento dell'inviluppo. Tiranti a collo d'oca. Costole di armatura del cielo. Tiranti del cielo. Tiranti a dilatazione. Costole di rinforzo del cielo20
7. Boccaporta e porta del forno. Tipi diversi di porte29
8. Griglia. Barre della griglia: spessore e distanza tra esse. Gettafuoco. Griglie oscillanti. Griglia Carloni. Griglie a tubi d'acqua. Ceneraio35
9. Voltini in mattoni refrattari. Deflettori. Focolaio Tenbrink. Voltini su tubi d'acqua42
10. Tipi speciali di forni. Forno Polonceau. Forno a pareti dilatabili. Forno Vanderbilt e forno Hoy. Forno a lamiera ondulata Wood. Forno Jacobs-Shupert. Forno con camera di combustione. Forno Gaines46
Capitolo II. Corpo cilindrico e tubi bollitori
11. Corpo cilindrico. Chiodature longitudinali degli anelli. Saldature. Collegamento degli anelli tra loro. Spessore delle lamiere del corpo cilindrico e sua determinazione. Collegamento del corpo cilindrico con l'inviluppo del forno: collegamento tipo wagon-top. Piastra tubolare di camera a fumo. Collegamento del corpo cilindrico con la camera a fumo. Diametro del corpo cilindrico. Corpi cilindrici speciali per locomotive Mallet54
12. Duomo del vapore. Caldaie prive di duomo. Dispositivi per evitare il trascinamento delle particelle di acqua col vapore64
13. Tubi bollitori. Metalli di cui sono costituiti. Numero e dimensioni. Disposizione nella caldaia. Collegamento con le piastre tubolari. Viere. Cannotti. Tubi tiranti. Tubi centinati. Tubi ad alette o tubi Serve66
Capitolo III. Generatori a tubi d'acqua
14. Caldaia Drummond. Caldaia Smith. Caldaia Brotan. Caldaia Robert. Caldaia Du Bousquet. Caldaia Rieyel72
Capitolo IV. Camera a fumo e camino. Scappamento
15. Camera a fumo. Porta della camera a fumo. Apparecchi parascintille. Deflettore di camera a fumo80
16. Camino o fumaiolo. Forma e dimensioni. Cuffie parascintille. Cappello o coperchio del camino, paravento, capitello85
17. Scappamento. Tiraggio nelle locomotive. Depressione in camera a fumo e sua misura. Colonna di scappamento. Altezza di essa. Scappamento fisso e scappamento variabile. Differenze, inconvenienti, vantaggi. Scappamento fisso circolare ed anulare. Scappamento fisso Adams. Scappamenti variabili: a cono, a pera, a palette, anulare a cono mobile. Soffiante88
18. Calcolo degli elementi dello scappamento e del camino delle locomotive94
Capitolo V. Apparecchi di sicurezza della caldaia
19. Generalità. Valvole di sicurezza. Dimensioni. Posizione sulla caldaia. Valvola a bilancia. Valvole a carico diretto. Valvola Adams. Valvole accoppiate Ramsbottom. Valvole Ramsbottom-Webb. Valvola Coale. Tappi fusibili o di sicurezza100
20. Manometri. Manometro tipo Bourdon. Manometro tipo Schaeffer e Budenberg. Indicatori di livello. Tubi di livello. Paralivelli. Rubinetti di prova. Apparecchi segnalatori del minimo livello d'acqua107
Capitolo VI. Accessori della caldaia
21. Fischio di segnalamento. Apparecchio pel controvapore113
22. Portelle di lavaggio o sciacquamento, rubinetto di scarico o spurgo114
23. Fodere della caldaia. Materie coibenti115
24. Pirometri116
Capitolo VII. Alimentazione della caldaia ed apparecchi relativi
25. Qualità delle acque. Depositi ed incrostazioni. Epurazione chimica delle acque. disincrostanti. Preriscaldamento dell'acqua di alimentazione. Riscaldatori Weir, Caille e Potonié, Knorr. Riscaldatori americani. Riscaldatore Gaines. Epuratori. Epuratore Gölsdorf. Epuratore Pecz118
26. Alimentazione della caldaia. Pompe. Iniettori. Funzionamento degli iniettori aspiranti. Iniettori non aspiranti. Portata degli iniettori e rendimento meccanico. Temperatura dell'acqua di alimentazione125
27. Iniettori aspiranti. Iniettori Giffard. Iniettore Sellers. Altri tipi di iniettori131
28. Iniettori non aspiranti. Iniettore Friedmann. Iniettore Rongy135
29. Iniettori di tipo speciale. Iniettori ad acqua riscaldata: iniettore doppio del Koerting. Iniettori a vapore di scarico: iniettore Davies and Metcalfe138
30. Accessori degli iniettori. Tubazioni. Valvola di presa del vapore. Tubo di condotta dell'acqua ed accoppiamenti elastici e metallici. Valvola di ritenuta140
Capitolo VIII. Apparecchi surriscaldatori ed essiccatori del vapore
31. Surriscaldamento del vapore. Classificazione degli apparecchi surriscaldatori144
32. Surriscaldatori in camera a fumo. Surriscaldatore Schmidt. Essiccatori di vapore Vauclain e Ranafier145
33. Surriscaldatori nell'interno dei tubi bollitori. Surriscaldatore Schmidt. Surriscaldatore Cole. Surriscaldatore Robinson150
34. Surriscaldatori nel corpo cilindrico. Surriscaldatore Pielock. Essiccatori Clench e Clench-Golsdorf157
Capitolo IX. Apparecchi fumivori
35. Apparecchio Thierry. Apparecchi Marcotty e Langer-Marcotty161
Capitolo X. Combustione. Combustibili solidi ed alimentazione meccanica della griglia. Combustibile liquido
36. Generalità sulla combustione. Quantità di aria necessaria165
37. Generalità sui combustibili solidi. Potere calorifico e sua determinazione. Classificazione dei combustibili solidi167
38. Combustibili naturali170
39. Combustibili preparati173
40. Alimentazione meccanica della griglia. Tipi diversi di alimentatori. Alimentatore Street. Alimentatore Crawford174
41. Combustibile liquido. Pregi del sistema di alimentazione a combustibile liquido. Classificazione dei diversi tipi di polverizzatori. Polverizzatori Holden e Santa Fè. Forni per combustibile liquido180
Capitolo XI. Elementi fondamentali delle caldaie da locomotiva. Condizioni e modalità di esercizio
42. Pressione di regime nelle caldaie da locomotiva188
43. Superficie di riscaldamento della caldaia. Superficie di riscaldamento diretta ed indiretta. Superficie di surriscaldamento. Fattore di combustione della caldaia e suo valore. Rapporto tra superficie di riscaldamento totale e superficie di surriscaldamento. Vaporizzazione. Formole per determinare la capacità di vaporizzazione di una caldaia da locomotiva189
44. Visite e prove periodiche delle caldaie da locomotiva. Deperimento della caldaie, crinature delle lamiere del forno e dell'inviluppo, corrosioni del corpo cilindrico. Lamierini di protezione del corpo cilindrico. Lavaggio delle caldaie196
45. Principali dati di costruzione di una caldaia moderna199
PARTE TERZA
Meccanismo
46. Generalità203
Capitolo XII. Regolatori di presa vapore
47. Compito e posizione del regolatore. Tubo di condotta del vapore ai cilindri. Comando del regolatore. Regolatori a cassetto piano, semplice e doppio. Regolatori a valvola equilibrata o valvola con doppia sede. Regolatore a doppia valvola Zara. Regolatore a doppia valvola Schmidt-Wagner205
Capitolo XIII. Produzione del movimento ed organi relativi
48. Cilindri motori. Numero dei cilindri. Costruzione dei cilindri. Coperchi o fondi. Luci di introduzione e di scarico e specchio delle luci. Spazi nocivi. Collegamento dei cilindri al telaio della locomotiva. Posizione dei cilindri rispetto al telaio. Comando degli assi motori. Fodere dei cilindri213
49. Camere di distribuzione o del vapore. Posizione rispetto ai cilindri motori221
50. Stantuffi motori. Corpo o disco dello stantuffo. Asta e contro-asta. Anelli elastici223
Capitolo XIV. Trasmissione del movimento ed organi relativi
51. Testa a croce e guide parallele229
52. Bielle motrici. Teste e corpo di biella. Cuscinetti233
53. Bielle accoppiate239
Capitolo XV. Distribuzione del vapore ai cilindri motori
A) Generalità. Distribuzione a cassetto ad espansione fissa
54. Generalità sulla distribuzione del vapore ai cilindri motori242
55. Distribuzioni a cassetto. Distribuzione a piena introduzione. Distribuzione ad espansione e fasi relative. Precessione all'ammissione. Distribuzione ad espansione fissa, e distribuzione ad espansione variabile243
56. Generalità sul distributore a cassetto semplice per distribuzione ad espansione. Ricoprimenti esterno ed interno. Organi di comando del distributore e suo movimento. Raggio di eccentricità. Angolo di precessione. Calettatura dell'eccentrico247
57. Studio particolareggiato della distribuzione a cassetto ad espansione fissa. Elementi della distribuzione. Diagrammi della distribuzione. Diagramma di Zeuner. Diagrammi ellittici251
58. Influenza che le variazioni negli elementi di una distribuzione a cassetto ad espansione fissa esercitano sulle fasi della distribuzione263
Capitolo XVI. Distribuzione del vapore ai cilindri motori
B) Distribuzioni a cassetto ad espansione variabile. Tipi diversi di meccanismi di distribuzione
59. Generalità. Distribuzione ad espansione variabile. Cambiamento nel senso di marcia della locomotiva272
60. Distribuzione a glifo o settore di Stephenson. Distribuzione Stephenson ad aste diritte. Posizioni diverse del settore. Eccentrici ideali. Linea luogo dei centri degli eccentrici ideali. Durata delle fasi della distribuzione a seconda della posizione del settore rispetto al corsoio. Variazioni nella precessione lineare all'ammissione. Distribuzione Stephenson ad aste incrociate. Linea luogo dei centri degli eccentrici ideali. Fasi della distribuzione. Variazioni nella precessione lineare all'ammissione col variare della posizione relativa di settore e corsoio276
61. Distribuzione a settore di Gooch. Costanza della precessione lineare all'ammissione al variare della posizione del corsoio rispetto al settore. Linea luogo dei centri degli eccentrici ideali289
62. Distribuzione a settore Allan o Trick. Linea luogo dei centri degli eccentrici ideali. Variazioni nella precessione lineare all'ammissione col variare della posizione relativa di settore e corsoio293
63. Distribuzione Walschaerts o Heusinger von Waldegg. Linea luogo dei centri degli eccentrici ideali. Costanza della precessione lineare all'ammissione al variare della posizione del corsoio rispetto al settore. Determinazione pratica degli elementi della distribuzione. Tabella delle distribuzioni e diagrammi ellittici per una distribuzione Walschaerts297
64. Altri tipi di meccanismi di distribuzione. Distribuzione senza eccentrici. Distribuzione Joy. Distribuzione Baker senza settore. Distribuzione Southern308
Capitolo XVII. Pressione del vapore nei cilindri
65. Perdite di energia nei cilindri. Laminatura o strozzatura del vapore. Scambi di calore tra il vapore e le pareti dei cilindri. Perdite dovute agli spazi nocivi. Perdite esterne315
66. Indicatori di pressione. Diagrammi delle pressioni317
Capitolo XVIII. Distributori del vapore
67. Generalità sui distributori a cassetto. Distributori piani. Distributore a cassetto semplice. Attriti dei cassetti sugli specchi. Modalità di costruzione dei distributori a cassetto, e materiali utilizzati323
68. Tipi speciali di distributori piani. Distributore Trick o Allan. Distributori piani equilibrati. Distributore Adams. Distributore Richardson. Distributori americani326
69. Distributori cilindrici. Camera del distributore e luci. Ingresso e scarico del vapore. Ricoprimenti. Calettatura dell'eccentrico di comando del distributore. Stantuffo. Distributore con anelli Fester. Distributore delle Ferrovie dello Stato belga. Distributore de la Compagnie de l'Est francese. Distributore Schmidt. Distributori americani. Distributori cilindrici doppi330
70. Aste dei distributori e guide. Staffe di collegamento ai cassetti340
Capitolo XIX. Organi del meccanismo di distribuzione ed organi di manovra
71. Organi del meccanismo di distribuzione. Settori o glifi. Corsoi. Eccentrici: disco, collare, barra di eccentrico342
72. Organi di manovra del meccanismo di distribuzione. Albero del cambiamento di marcia. Leva d'inversione di marcia. Vite di inversione di marcia. Apparecchi d'inversione di marcia per locomotive composite con doppia vite di inversione. Apparecchi d'inversione di marcia a vapore. Apparecchi d'inversione di marcia ad aria compressa: apparecchio Ragonnet346
Capitolo XX. Distribuzioni speciali
73. Distribuzione Polonceau con distributore Meyer. Distribuzione Bonnefond. Distribuzione Durand e Lencauchez. Distribuzione Lentz. Distribuzione Stumpf. Distribuzione Caprotti355
Capitolo XXI. Accessori del meccanismo
74. Guarniture. Bossolo a stoppa. Anello di fondo e pressa guarnitura. Guarniture vegetali. Guarniture metalliche. Metallo di cui sono costituite. Guarniture Duterne, Howald. Pressa guarniture a molla, automatici. Guarniture Schmidt, della United States Metallic Packing C., Leeds Forge368
75. Valvole di anticompressione. Valvole di aspirazione d'aria. Condotto equilibratore delle pressioni. Valvola multipla Del Papa374
PARTE QUARTA
Telaio e rodiggio
76. Generalità380
Capitolo XXII. Telaio
77. Telaio interno. Telaio esterno. Telaio doppio. Fiancate in lamiera. Fiancate in barre. Collegamenti trasversali intermedi. Traverse e collegamenti estremi381
78. Collegamento della caldaia col telaio della locomotiva386
Capitolo XXIII. Assi e ruote
79. Assi. Corpo, fusi, portate dell'asse. Assi motori, accoppiati, portanti. Passo o scartamento rigido. Diametro degli assi. Assi diritti ed a gomito. Acciai speciali per la costruzione. Assi cavi. Rotture degli assi. Gomiti rinforzati. Tipi diversi di bracci di manovelle. Bracci di manovelle Frémont. Assi a raccordo obliquo o a Z. Assi a gomito Webb in nove pezzi. Assi a gomito in tre pezzi388
80. Ruote. Mozzo, razze, contrappesi, corona. Calettamento sull'asse. Ruote motrici e ruote accoppiate. Diametro delle ruote. Cerchioni. Bordo del cerchione. Superficie di rotolamento. Circonferenza di contatto. Larghezza e grossezza del cerchione, dimensioni del bordo. Cerchioni senza bordo. Applicazione del cerchione sulla corona. Tipi diversi di calettamento396
81. Manovelle. Perni di manovelle. Contromanovelle404
Capitolo XXIV. Boccole e piastre di guardia
82. Boccole. Corpo della boccola e sottoboccola. Lubrificazione del fuso. Cuscinetto. Metalli antifrizione. Cuscinetti a sfere. Boccola a spessori articolati Zara. Boccola Raymond e Henrard406
83. Piastre di guardia. Guide delle piastre di guardia. Lubrificazione413
Capitolo XXV. Sospensione
84. Molle di sospensione. Molle a balestra. Foglie. Formole pel carico delle molle. Freccia. Collegamento delle molle al telaio. Tiranti o pendini. Collegamento delle molle con le boccole. Molle di sospensione a doppia balestra, ad elica, a bovolo416
85. Ripartizione tra gli assi del peso sospeso420
86. Bilancieri424
Capitolo XXVI. Circolazione della locomotiva in curva. Carrelli
87. Generalità. Provvedimenti diversi per agevolare l'iscrizione della locomotiva nelle curve428
88. Provvedimenti relativi ai cerchioni delle ruote. Aumento della conicità del cerchione. Riduzione di spessore nell'orlo del cerchione o soppressione dell'orlo stesso. Provvedimenti per diminuire il consumo delle superfici a contatto: lubrificazione dei cerchioni430
89. Spostamenti trasversali degli assi. Dispositivi di richiamo. Piani inclinati431
90. Boccole radiali. Boccole radiali in uso sulle nostre ferrovie. Altri tipi di boccole radiali. Boccola radiale con articolazione sferica433
91. Carrelli435
a) Generalità435
b) Carrelli ad un solo asse o bissel. Carrello anteriore americano o pony truck. Carrello posteriore della Compagnie P.L.M.. Bissel posteriore americano (trailing truck)436
c) Carrelli a due assi, uno portante, l'altro accoppiato. Carrello italiano ex R.A.. Carrello Zara. Carrello Krauss-Helmholtz444
d) Carrelli a due assi portanti. Carrello delle locomotive gr. 690 delle Ferrovie dello Stato Italiano. Carrello tipo americano. Carrello della Compagnie P.L.M.. Carrello delle Ferrovie dello Stato Prussiano450
92. Distribuzione degli assi della locomotiva in gruppi che si inscrivono separatamente nelle curve. Collegamento tra il telaio anteriore ed il telaio posteriore della locomotiva. Spostamenti del telaio anteriore e dispositivi di richiamo458
Capitolo XXVII. Accessori del telaio
93. Apparecchi di trazione e repulsione. Gancio di trazione, tenditori, catene di sicurezza. Accoppiamento principale con accoppiamento di sicurezza. Apparecchi di repulsione o respingenti. Apparecchio di repulsione e trazione unico, centrale. Accoppiamenti automatici. Accoppiamento americano M.C.B. Standards «D». Apparecchi ammortizzatori463
94. Collegamento della locomotiva al tender. Tipi diversi di collegamento. Tipo americano474
95. Cacciapietre. Apparecchio di protezione americano478
PARTE QUINTA
Accessori della locomotiva
96. Generalità480
Capitolo XXVIII. Apparecchi per l'arresto dei convogli
97. Frenatura del treno. Ceppi. Timoneria. Sforzo frenante. Moltiplica. Sforzo frenante percentuale. Valore massimo ammissibile dello sforzo frenante482
98. Manovra dei ceppi. Comando a mano. Comando a vapore. Comando ad aria compressa od a vuoto. Freni continui, automatici, ad azione rapida, rapidi ad alta pressione. Freni moderabili. Freni elettropneumatici. Applicazione dei freni continui ai treni merci489
99. Freno ad aria compressa Westinghouse ordinario. Nozioni generali sul funzionamento. Organi principali che lo costituiscono. Condotta generale. Pompa d'aria ed accessori. Pompe a doppia compressione d'aria e pompe a doppia espansione di vapore. Serbatoio principale. Manometro. Rubinetto di comando. Rubinetto di comando a scarica eguagliatrice. Tripla valvola ordinaria. Cilindro a freno. Apparecchio pel segnale d'allarme493
100. Freno Westinghouse ad azione rapida. Tripla valvola ad azione rapida. Freno Westinghouse rapido ad alta pressione515
101. Doppio freno o freno automatico e moderabile combinati (freno Westinghouse-Henry). Doppia valvola di arresto. Rubinetto di comando519
102. Freni a vuoto. Generalità. Freno sistema Hardy, automatico, moderabile e ad azione rapida. Organi principali che lo costituiscono. Doppio eiettore od aspiratore ed accessori. Regolatore di pressione. Cilindro del freno. Valvola per l'apertura del freno. Disco di strozzamento dell'aria. Valvola ad azione rapida AT. Valvola d'allarme523
Capitolo XXIX. Dispositivi per determinare un aumento del coefficiente di aderenza e dispositivi per accrescere il peso aderente
103. Sabbiere. Lanciasabbia. Comando a mano. Lanciasabbia Gresham a vapore. Lanciasabbia Gresham ad aria compressa. Lanciasabbia ad aria compressa ed a mano Leach. Apparecchi pel lavaggio delle rotaie. Aumento del peso aderente534
Capitolo XXX. Lubrificazione ed apparecchi lubrificatori
104. Generalità. Lubrificanti. Condizioni cui debbono soddisfare. Lubrificanti liquidi. Lubrificanti di origine vegetale. Lubrificanti di origine minerale. Lubrificanti solidi. Grassi. Lubrificanti per organi sottoposti ad elevate pressioni ed elevate temperature. Grafite540
105. Apparecchi lubrificatori. Lubrificatori per organi non in contatto col vapore e lubrificatori per distributori e cilindri: classificaz. di questi ultimi apparecchi543
106. Lubrificatori per organi non in contatto col vapore. Lubrificatori a stoppino. Lubrificatori a distribuzione regolabile mediante vite a punta conica544
107. Lubrificatori per distributori e cilindri546
a) Lubrificatori a mano. Lubrificatore a rubinetti. Lubrificatore Tendloff a distanza546
b) Lubrificatori automatici. Lubrificatore automatici. Lubrificatore Roscoe. Lubrificatori Nathan a distanza547
c) Lubrificatori meccanici. Generalità. Pompe lubrificatrici Friedmann. Pomp lubrificatrice Michalk. Posizione e comando delle pompe lubrificatrici552
Capitolo XXXI. Apparecchi indicatori e registratori della velocità
108. Generalità. Tachimetri a forza centrifuga. Tachimetri elettromagnetici: apparecchio Deuta. Tachimetri meccanici: apparecchi Hausshälter, Hasler e Flaman561
Capitolo XXXII. Apparecchi pel riscaldamento a vapore dei veicoli
109. Generalità. Apparecchio Haag ad alta pressione. Apparecchio Heintz a bassa pressione568
Capitolo XXXIII. Accessori diversi
110. Piattaforma e cabina pel personale di macchina. Banchine e copriruote. Scorrimano. Scale di accesso573
111. Oggetti di corredo ed attrezzi575
PARTE SESTA
Marcia della locomotiva
112. Generalità577
Capitolo XXXIV. Particolari condizioni di marcia della locomotiva
113. Avviamento579
114. Marcia al punto morto della distribuzione582
115. Marcia a regolatore chiuso584
116. Marcia a controvapore586
Capitolo XXXV. Movimenti anormali della locomotiva
117. Organi dotati di movimenti relativi. Generalità Masse rotanti. Forza centrifuga dovuta alle masse rotanti. Dispositivi per equilibrare le masse rotanti. Calcolo dei contrappesi delle ruote. Masse dotate di moto rettilineo alternativo e mezzi per equilibrarle592
118. Moto di rullio598
119. Movimento di rinculo599
120. Moto di serpeggiamento599
121. Movimento di galoppo600
PARTE SETTIMA
Locomotive composite e locomotive a vapore surriscaldato
Capitolo XXXVI. Locomotive composite
122. Generalità sulla utilizzazione del vapore secondo il sistema di espansione multipla. Caratteristiche e vantaggi del sistema601
123. Locomotive composite. Generalità. Locomotive a 2, 3, 4 cilindri. Rapporto tra i volumi dei cilindri. Ammissione nei cilindri A.P. e B.P.. Grado totale di ammissione. Compressioni esagerate e mezzi per evitarle. Serbatoio intermedio o receiver. Sistema composito propriamente detto e sistema Woolf. Economia di vapore e di combustibile604
124. Locomotive composite a due cilindri. Dissimmetria. Tiraggio. Avviamento609
125. Locomotive composite a tre cilindri. Tipo Webb. Tipo Sauvage612
126. Locomotive composite a quattro cilindri. Generalità. Locomotive nelle quali i quattro cilindri azionano due assi motori: tipo De Glehn. Tipo Cole. Locomotive nelle quali i quattro cilindri azionano un solo asse motore: tipo Von Borries. Tipi Maffei Gölsdorf. Tipo Vauclain. Tipo Plancher o ex-Rete Adriatica. Tipo con cilindri in tandem. Riassunto613
127. Manovra dei meccanismi di distribuzione nelle locomotive composite. Apparecchio di inversione unico, per A.P. e B.P.. Apparecchi di inversione indipendenti623
128. Dispositivi per l'avviamento delle locomotive composite. Generalità. Apparecchi Mallet, Von Borries, De Glehn. Apparecchi della Compagnia du Midi (francese), Lindner, Gölsdorf, a robinetto semplice625
Capitolo XXXVII. Locomotive a vapore surriscaldato
129. Caratteristiche e vantaggi del surriscaldamento del vapore. Aumento di volume del vapore dovuto al surriscaldamento. Temperatura di surriscaldamento del vapore. Economia di combustibile e di acqua. Inconvenienti del sistema e particolarità di applicazione. Condotta delle locomotive a vapore surriscaldato. Locomotive a vapore surriscaldato delle Ferrovie dello Stato Italiano636
Capitolo XXXVIII. Locomotive a vapore surriscaldato a doppia espansione
130. Generalità. Modalità di surriscaldamento del vapore. Economia645
PARTE OTTAVA
Descrizione dei diversi tipi di locomotiva con particolare riguardo a quelli in servizio sulla rete dello Stato Italiano
131. Generalità. Classificazione dei diversi tipi di locomotive. Rappresentazione di essi con notazioni abbreviate648
Capitolo XXXIX. Locomotive a tender separato
132. Locomotive ad assi indipendenti. Tipi 1-1-1. 2-1-0. 2-1-1657
133. Locomotive a due assi accoppiati. Tipi 0-2-0. 1-2-0. 1-2-1. 2-2-0. 2-2-1. 2-2-2659
134. Locomotive a tre assi accoppiati. Tipi 0-3-0. 1-3-0. 1-3-1. 2-3-0. 2-3-1. 1-3-2. 2-3-2667
135. Locomotive a quattro assi accoppiati. Tipi 0-4-0. 1-4-0. 1-4-1. 2-4-0. 2-4-1693
136. Locomotive a cinque assi accoppiati. Tipi 0-5-0. 1-5-0. 1-5-1. 2-5-0709
137. Locomotive a sei assi accoppiati. Tipo 0-6-0. 1-6-0. 1-6-1716
Capitolo XL. Locomotive-tender
138. Principali tipi di locomotive tender delle Ferrovie dello Stato Italiano. Locomotive tender di Amministrazioni ferroviarie straniere718
Capitolo XLI. Locomotive articolate
139. Generalità732
140. Locomotive nelle quali gli assi sono distribuiti in gruppi distinti, indipendenti tra loro, e ciascun gruppo comandato dal proprio meccanismo motore. Locomotive Mallet. Locomotive Meyer, del Nord francese, Fairlie, Garratt733
141. Locomotive nelle quali gli assi, distribuiti o non in gruppi distinti, sono comandati da un unico meccanismo motore. Locomotive Hagans, Shay, Heisler, Klose, ad assi cavi (Klien Lindner, Orenstein e Koppel) ed altre747
Capitolo XLII. Locomotive per ferrovie a scartamento ridotto e per tramvie
142. Locomotive per ferrovie a scartamento ridotto753
143. Locomotive per tramvie756
Capitolo XLIII. Locomotive speciali
144. Locomotive a dentiera. Locomotive ad aderenza mista. Apparecchi di frenatura. Locomotive-tender 0-3-0 ad aderenza mista e scartamento ridotto (m. 0.950) delle Ferrovie dello Stato italiani759
145. Automotrici. Automotrici Ferrovie Stato italiano. Automotrici gr. 86.765
PARTE NONA
Tender o carro scorta
Capitolo XLIV. Costruzione, caratteristiche e tipi diversi di tender. Rifornimento dell'acqua nel tender durante la corsa
146. Generalità. Capacità del tender in acqua e carbone. Telaio del tender. Tender delle locomotive gr. 680, 685, 690. Casse d'acqua. Carrelli. Accessori diversi. Tender di tipo speciale: tender delle locomotive gr. 670 e 470 F.S.. Tender tipo americano Vanderbilt770
147. Rifornimento dell'acqua nel tender durante la corsa del treno779
PARTE DECIMA
Formole e calcoli relativi alla locomotiva ed al movimento dei treni
Capitolo XLV. Resistenza dei treni alla trazione
148. Generalità782
149. Resistenze indipendenti dal tracciato della linea. Determinazione teorica delle singole resistenze. Formole di uso pratico e tabelle. Resistenza all'avviamento783
150. Resistenze addizionali. Resistenza dovuta alle pendenze. Resistenza nelle curve796
Capitolo XLVI. Sforzo di trazione e potenza della locomotiva. Consumo di vapore. Prestazione della locomotiva
151. Sforzo di trazione della locomotiva. Determinazione del lavoro motore e dello sforzo di trazione della locomotiva. Sforzo di trazione delle locomotive composite. Sforzo di trazione teorico massimo. Sforzo di trazione al gancio del tender. Sforzo di trazione indicato. Variazioni nello sforzo di trazione durante la marcia799
152. Consumo di vapore per cilindrata e per cavallo-ora indicato. Potenza della locomotiva. Potenza indicata. Potenza effettiva807
153. Caratteristica meccanica della locomotiva. Prestazione della locomotiva814
Appendice
Istruzioni riguardanti gli esperimenti delle locomotive e delle caldaie a vapore destinate al servizio delle strade ferrate e dei piroscafi lacuali in corrispondenza con le medesime (Approvate con Decreto Ministeriale del 14 febbraio 1902)817
Indice alfabetico829
Dove si trova in bibliotecaCittàProv. Segnatura Fonte
Biblioteca della Società Nazionale di Mutuo Soccorso Cesare PozzoMilanoMI Giuntini
Biblioteca privataMilanoMI AT
Biblioteca centrale Giovanni Boaga della Facoltà di ingegneria dell'Università degli studi di Roma La SapienzaRomaRM SBN

Le informazioni contenute in questa pagina sono fornite senza alcuna garanzia di accuratezza, completezza o correttezza.