Bibliografia Ferroviaria Italiana


Un secolo di treni italiani in Jugoslavia tra guerra e pace
Ingrandisci
DAVID JELERCIC

Un secolo di treni italiani in Jugoslavia tra guerra e pace

Salò : ETR Editrice Trasporti su Rotaie, 2017.
Pagine 260. Cm. 25x29.
ISBN 978-88-85068-47-6

Disponibile presso www.etreditrice.eu

Dalla quarta pagina di copertina: "In ambito ferroviario l'influsso italiano nei Balcani risale agli inizi del XX secolo con la costruzione di una piccola linea ferroviaria a scartamento ridotto nel Montenegro. Ma sarà la seconda guerra mondiale, per quanto tragica e dolorosa, a scrivere una pagina breve ma incisiva della storia ferroviaria italiana nei territori annessi o occupati della Slovenia, Croazia, Kossovo, Montenegro e Macedonia. Le Ferrovie dello Stato si troveranno nell'arco del 1941 ad esercitare più di 500 km di linee a scartamento normale e più di 200 km a scartamento ridotto, dovendo provvedere in brevissimo tempo, a mettere in piedi tutta la struttura necessaria per il loro esercizio. Oltre al parco rotabili, un elemento essenziale era la protezione delle ferrovie, al cui scopo furono costruiti appositi mezzi blindati ferroviari. Con la fine della seconda guerra mondiale ai confini orientali italiani viene creata una zona cuscinetto, la cosiddetta Zona A con Trieste e Zona B con parte dell'Istria, con conseguenze sulla rete ferroviaria, sui rotabili e sui ferrovieri. Sulla scorta di documenti e fotografie inediti l'autore presenta questo tassello poco conosciuto ed ignorato della storia ferroviaria italiana."

Indice del libro
Ringraziamenti / Legenda5
Introduzione6
1. La Ferrovia Antivari-Vir7
2. Il treno Reale italiano in Jugoslavia14
3. Le prime automotrici F.S. in Jugoslavia: la Fiera Campionaria del 1937 e 1938 e le corse prova14
4. La Delegazione Ferroviaria Orientale20
4.1 L'attacco alla Jugoslavia20
4.2 La spartizione della Jugoslavia20
4.3 Il Reggimento Ferrovieri (poi Genio Ferrovieri) in Jugoslavia25
4.4 La Direzione Ferroviaria di Ljubljana e l'istituzione della Delegazione F.S.32
4.5 Le linee ferroviarie di competenza della Delegazione43
4.6 Orari, tariffe e ordini di servizio48
4.7 L'organizzazione della Delegazione54
4.8 Il parco rotabili della Delegazione56
4.8.1 Le locomotive56
4.8.2 Il materiale rimorchiato63
4.8.3 Il materiale del Servizio lavori73
4.9 La fine della Delegazione F.S.73
5. La fiera campionaria di Lubiana74
6. Le F.S. in Dalmazia79
6.1 Le macchine85
7. La Delegazione Ferroviaria Albanese89
7.1 La spartizione del Kosovo e Metohija89
7.2 La conferenza di Belgrado90
7.3 Le ferrovie nel Montenegro96
7.4 Il progetto della ferrovia transbalcanica101
7.5 Gli italiani e le ferrovie in Macedonia104
8. La protezione delle ferrovie109
8.1 La protezione delle linee nella Provincia di Lubiana111
9. Treni e rotabili blindati leggeri italiani in Jugoslavia128
9.1 Locomotive protette130
9.2 Treni blindati134
9.2.1 Carri ferroviari blindati145
9.2.2 Carri ferroviari blindati (a scartamento ridotto)167
9.2.3 Carrozze blindate167
9.3 Autoblindo ferroviaria169
9.4 Motocarrelli ferroviari (a scartamento ordinario)180
9.5 Motocarrelli ferroviari (a scartamento ridotto)182
9.6 Autocarrette ferroviarie183
9.7 Le Littorine blindate: "Li.bli."186
9.7.1 Le "Li.bli." italiane186
9.7.2 Le "Li.bli." tedesche196
9.7.3 Le Li.bli. in Jugoslavia nel dopoguerra200
9.7.4 Le Li.bli. conservate a Trieste204
9.8 Rotabili blindati nel modellismo204
10. Il primo treno partigiano206
10.1 Distruzione delle linee dopo l'8 settembre 1943207
10.2 Una locomotiva a vapore per la centrale elettrica210
11. La situazione delle ferrovie nel Compartimento di Trieste sotto l'occupazione tedesca212
11.1 Prima dell'armistizio: dal 25 luglio all'8 settembre 1943212
11.2 Dopo l'8 settembre nell'Italia Nord Orientale214
12. Le ferrovie nella zona A e B216
12.1 La situazione delle linee alla cessazione delle ostilità222
12.2 La linea Morgan e l'accordo di Belgrado227
12.3 Le conseguenze per la ferrovia228
12.4 La partenza dei ferrovieri italiani234
12.5 Il ripristino dell'esercizio ferroviario237
13. I rotabili nelle zone A e B e la loro divisione245
Bibbliografia260

Le informazioni contenute in questa pagina sono fornite senza alcuna garanzia di accuratezza, completezza o correttezza.