Bibliografia Ferroviaria Italiana


Oggi è unora di viaggio. La costruzione della strada ferrata tra Milano e Bologna
Ingrandisci
SILVIO GALLIO

Oggi è un'ora di viaggio. La costruzione della strada ferrata tra Milano e Bologna

Bologna : Clueb, 2009.
Pagine 148. Cm. 15x21.
ISBN 978-88-491-3173-4
Compralo online su www.ibs.it
Compralo online
su www.ibs.it

Dalla quarta pagina di copertina: "Bologna-Milano: oggi è un'ora di viaggio. Ma centocinquant'anni fa, all'epoca in cui si cominciava a parlare di strade ferrate, l'Italia era una costellazione di Stati legati e divisi da interessi economici, politici, dinastici. E dunque, cosa immaginavano quanti allora videro nel futuro i trasporti su rotaia? Con uno scavo accurato e curioso di periodici e atti governativi, pamphlet e corrispondenze, questo volume porta alla luce la storia, inaspettatamente cosmopolita e complessa, di un asse ferroviario che avrebbe potuto in realtà svilupparsi in mille direzioni diverse. Gli austriaci che governavano il Lombardo-Veneto, per esempio, volevano collegare Vienna a Livorno escludendo la nemica Torino, dove i Savoia studiavano il modo di unire il Piemonte all'Emilia, tagliando fuori Milano. Nello Stato pontificio, intanto, c'era chi riteneva "inutile" che la linea tra Ancona e Bologna si prolungasse fino alla "straniera" Modena. E mentre i governi lottavano per accaparrarsi il passaggio del favoloso treno "Valigia delle Indie", si metteva mano a complessi trattati internazionali per avviare l'avventurosa costruzione del ponte sul Po. Il tutto in un rimbalzare di voci e proposte, idee e controversie che seguivano il gioco dei poteri e degli interessi, degli investimenti economici e delle ragioni di Stato. Come un controcanto alla storia di un'Italia fatta dagli intrighi e dagli eserciti, questo libro traccia così la storia di una "voglia di Italia", che dobbiamo anche a chi seppe disegnare ossa e nervi di acciaio per una penisola unita."

Indice del libro
Presentazione9
Prefazione11
Pillole di storia e geografia13
Édourad Biot e Luigi Tatti19
Vienna, Vienna!25
Troppa grazia!29
Il conte Carlo Ilarione Petitti di Roreto31
L'Osservatore Triestino37
L'Unione doganale Italo-Austriaca39
Interessi Pontifici41
I bolognesi, dicevamo46
I ducati50
I pontificii56
Incroci di progetti57
Tirando alcune somme61
Allarme, allarme!62
Le forze ferrate si erano messe in moto65
Richieste e speranze71
Vienna vende77
"La" Concessione80
Il Capitolato88
Due parole su J.L. Protche90
Mancava il Ponte sul Po92
E finalmente si cominciò a lavorare95
Nelle terre del Papa102
Torniamo alla linea114
Corrono i primi treni116
Tempi che cambiano119
Infine125
Cronologia135
Bibliografia141
Dove si trova in bibliotecaCittàProv. Segnatura Fonte
Apri la scheda del Servizio Bibliotecario NazionaleSBN
Recensioni
Recensione in "Mondo Ferroviario Viaggi", n. 273, gennaio 2010, pagina 36

Le informazioni contenute in questa pagina sono fornite senza alcuna garanzia di accuratezza, completezza o correttezza.